Aldo Fabrizi “La creazione”

Dio disse: « Mò che ho fatto Cielo e Tera,
domani attacco Luce e Firmamento,
mercoledì fò er mare, doppo invento
farfalle e fiori pe’ la Primavera.

Pe’ giovedì fò er Sole, verso sera
fò li Pianeti, er Fòco, l’Acqua, er Vento,
così se venerdì nun vado lento,
faccio sabbato ingrese e bònasera! »

Finì defatti er sabbato abbonora.
« Mò » disse « vojo vede chi protesta
dicenno che er “Signore” nun lavora…

Ho sfacchinato quarant’ore… basta!
Domani ch’è domenica fò festa…
e prima de fa’ Adamo fò la Pasta! »

——–

Traduzione Aldo Fabrizi “La creazione”

Dio disse: « Ora che ho fatto Cielo e Terra,
domani comincio con Luce e Firmamento,
mercoledì faccio il mare, poi invento
farfalle e fiori per la Primavera.

Entro giovedì faccio il Sole, verso sera
faccio i Pianeti, il Fuoco, l’Acqua, il Vento,
così se venerdì non sono in ritardo,
faccio sabato inglese e buonasera!»

Finì infatti il sabato di buon’ora.
« Adesso » disse « voglio vedere chi protesta
dicendo che il “Signore” non lavora…

Ho lavorato duro quaranta ore… basta!
Domani che è domenica faccio festa…
e prima di fare Adamo faccio la Pasta!»